top of page

La Festa di Sant’Antonio a Civitacampomarano: Una Tradizione Che Vive


Il 13 giugno, il suggestivo borgo di Civitacampomarano si anima con la celebrazione della festa di Sant’Antonio, una delle più sentite e partecipate tradizioni del paese. Questa festa, che unisce fede, comunità e antichi riti, rappresenta un momento di grande significato per gli abitanti e per i numerosi visitatori che accorrono per partecipare alle celebrazioni.



Il Programma delle Celebrazioni

Le celebrazioni iniziano alle ore 18:00 con la Santa Messa, che si tiene nella chiesa San Giorgio Martire. Questo momento di preghiera e raccoglimento è dedicato a Sant’Antonio, la cui devozione popolare è molto forte e sentita anche in virtù dei numerosi miracoli attribuiti alla sua intercessione.

Subito dopo la Messa, si dà inizio alla solenne processione per le vie del paese. La statua di Sant’Antonio portata a spalla dai fedeli, percorre le strade di Civitacampomarano seguita da una folla di devoti. La processione, accompagnata da canti e preghiere, è un momento di grande spiritualità e partecipazione collettiva.

Uno dei momenti più attesi della festa è la benedizione dei bambini. Al termine della processione, una volta rientrati in chiesa, si svolge uno dei momenti più attesi, i bambini del paese vengono portati davanti alla statua del santo per ricevere una speciale benedizione, un gesto simbolico che rappresenta la protezione e la grazia di Sant’Antonio sui più piccoli.

Segue poi la benedizione dei pani e dei biscotti.




Questa tradizione, di origine antica, vede la distribuzione di pane e biscotti benedetti ai partecipanti. Questi alimenti, simboli di prosperità e benedizione, vengono conservati dalle famiglie come segno di devozione e per invocare la protezione del santo sulle loro case.



La festa di Sant’Antonio a Civitacampomarano non è solo una celebrazione religiosa, ma anche un momento di forte coesione sociale. È l’occasione in cui la comunità si riunisce, riaffermando i propri legami e rafforzando il senso di appartenenza a un territorio ricco di storia e tradizioni.


Questa celebrazione rappresenta un ponte tra passato e presente, mantenendo vive usanze che si tramandano di generazione in generazione. La devozione a Sant’Antonio e la partecipazione attiva alle celebrazioni sono testimonianza di una fede radicata e di un forte attaccamento alle proprie radici culturali.



In conclusione, la festa di Sant’Antonio a Civitacampomarano è molto più di una semplice ricorrenza religiosa. È un evento che racchiude in sé il cuore della comunità, la fede, la storia e la tradizione, rendendo omaggio a un santo venerato e celebrando l’identità collettiva di un intero paese.


Un’iniziativa importante non solo per la comunità ma anche per tutti i concittadini all’estero che potranno vivere questa festa come un’occasione per riscoprire le proprie radici. La festa infatti sarà promossa nel calendario del “Festival delle Radici Molisane” consultabile sul sito https://www.molisewow.com/festivaldelleradicimolisane e che vede coinvolti 7 comuni del Basso Molise nella valorizzazione delle tradizioni e delle feste più importanti per le comunità.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page